La mia foto
Mi chiamo Barbara, ho 34 anni, sono sposata da 10 e sono mamma di due splendide bambine... 1 anno la cucciola e 7 anni la grande. Ufficialmente dovrei essere una fisioterapista ma di fatto per ora sono per lo più una mamma e una moglie. Con il diventare mamma si è risvegliato in me un forte senso materno e di famiglia, mi piace riscoprire le cose semplici che facevano parte della quotidianeità di una volta... mi piace cucinare (anche se il tempo è sempre poco), mi piacciono i lavori manuali (anche se non sono troppo brava...), mi piacciono le cose realizzate in casa (faccio il sapone). Ho scoperto anche un nuovo modo di "aver cura" della mia cucciolotta, utilizzo i pannolini lavabili e la fascia lunga, faccio in casa omogeneizzati, sapone, pane e quant'altro....insomma in casa mia il tempo sembra un po' tornare ai tempi di mia nonna piuttosto che verso 2010. Non sono pero' un'estremista! Anzi!!! Amo tantissimo il computer e internet è il mio mondo. Mi piace la tecnologia ma so anche farne a meno. Sono impegnata anche nella mia parrocchia, mi piace essere una gocciolina attiva nel mare di oggi.

mercoledì 26 agosto 2009

Svezzamento e omogeneizzati fatti in casa


La mia bimba è già cresciuta e ...fortunatamente...ho terminato la fase dello svezzamento.
Ma, anche se in ritardo, mi piace condividere le mie esperienze con voi per quanto riguarda questa importantissima e delicata fase di transizione.
Il passaggio dal latte materno ai cibi solidi è molto individuale, entrambe le mie cucciole per esempio allo scoccare del 4 mese si sono "dichiarate" stufe del latte e hanno iniziato entrambe a conoscere pian piano quello che è il mondo dei sapori "da grandi".
Naturalmente prima di iniziare qualsiasi "approccio" ho sempre chiesto l'approvazione della mia pediatra (che fortunatamente è di ampie vedute e non si basa su schemi rigidi e uguali per tutti i bimbi).

Sono partita dalla frutta: LA MELA COTTA.
Inizialmente la tagliavo a pezzetti e con pochissima acqua la cuocevo (in modo che rimanesse più morbida per frullarla e acquistasse un gusto più dolce senza dover aggiungere zuccheri) per pochissimi minuti, basta una sbollentata! Poi si frulla con l'acqua di cottura. Si ottiene una cremina liscia ed omogenea (migliore e più gustosa di quelle acquistate...ma sono di parte...hehehe) pronta da servire!
Si può conservare anche per 24 ore in frigorifero in contenitori (di vetro) chiusi ermeticamente.


Per frullare: Vanno benissimo sia il frullatore ad immersione (meglio per le verdure perché tende ad inglobare aria che potrebbe comportare coliche gassose al cucciolotto...se lo si utilizza per le verdure e queste si stemperano nel bordo delle pappe il problema non sussiste...) o il robottino da cucina (quello con il contenitore in plastica e le lame orizzontali per intenderci). I costosi omogeinizzatori che cuociono anche al vapore? ...si sono belli ...ma adatti alla preparazione di piccole quantità, richiedono più tempo nelle cotture e sono poco versatili .... io ho preferito "arrangiarmi" con quello che avevo già (non rinunciando alla qualità naturalmente).



LA MELA CRUDA
Non ci sono dubbi, il classico grattuggia mela (magari in vetro) è lo strumento migliore in questi casi! Il gusto della mela cruda è più acidulo ma in genere piace ai bebè soprattutto perché risulta nuovo come sapore e molto "alternativo" ai tradizionali gusti dolciastri ai quali fino a quel momento erano abituati. Mi raccomando...non aggiungete zuccheri.

LA PERA
E' il secondo alimento che si introduce, sempre nelle varianti cotta/cruda e nel mix mela-pera.
Se la preparate in casa preparatene in minima quantità (da utilizzare giusto per l'occasione) perché a differenza della mela, se conservata anche per poco tende a scurirsi. Meglio prepararla di volta in volta.



Da ricordare che ogni alimento va introdotto singolarmente per tre quattro giorni di seguito (per verificare eventuali allergie). Se si presentano foruncoli o eruzioni cutanee va sospesa la somministrazione e si passa all'alimento successivo. Alla scomparsa dei foruncoli si può ritentare con l'alimento sospetto e se si ripresentano si può presumere che l'alimento sia intollerato dal bebè (non mi è mai capitato fortunatamente, e in questo caso è il pediatra che da indicazioni al riguardo).

Nei prossimi post vi racconterò il seguito...per ora ... saluti a tutti!

2 commenti:

Puccina ha detto...

Rimango in attesa del seguito! Anche noi pensavamo di farci gli omogeneizzati da noi, con le schifezze che mettono in quelli industriali...

Barbara ha detto...

Io mi sono trovata bene a fare tutto in casa, mi sono convinta sempère più leggendo le etichette degli omo...ad es. quelli di carne contengono al massimo il 40% di carne, quindi su un vasetto di 80 gr solo 32 gr circa sono di carne...un pò pochini...


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non è un prodotto editoriale ex Legge 62 del 7-3-2001.Inoltre questo blog propone contenuti a solo scopo informativo. Il gestore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e verranno rimossi quanto prima.Riguardo alle immagini pubblicate e tratte da internet e valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.