La mia foto
Mi chiamo Barbara, ho 34 anni, sono sposata da 10 e sono mamma di due splendide bambine... 1 anno la cucciola e 7 anni la grande. Ufficialmente dovrei essere una fisioterapista ma di fatto per ora sono per lo più una mamma e una moglie. Con il diventare mamma si è risvegliato in me un forte senso materno e di famiglia, mi piace riscoprire le cose semplici che facevano parte della quotidianeità di una volta... mi piace cucinare (anche se il tempo è sempre poco), mi piacciono i lavori manuali (anche se non sono troppo brava...), mi piacciono le cose realizzate in casa (faccio il sapone). Ho scoperto anche un nuovo modo di "aver cura" della mia cucciolotta, utilizzo i pannolini lavabili e la fascia lunga, faccio in casa omogeneizzati, sapone, pane e quant'altro....insomma in casa mia il tempo sembra un po' tornare ai tempi di mia nonna piuttosto che verso 2010. Non sono pero' un'estremista! Anzi!!! Amo tantissimo il computer e internet è il mio mondo. Mi piace la tecnologia ma so anche farne a meno. Sono impegnata anche nella mia parrocchia, mi piace essere una gocciolina attiva nel mare di oggi.

domenica 7 dicembre 2008

Il sapone fatto in casa


Fino a pochi decenni fa lo si trovava facilmente, si saponificava in casa magari più' famiglie insieme e naturalmente ... in quantità industriali perché doveva durare anche più anni (il sapone più invecchia più migliora).
Ora lo si trova per lo più nelle bancarelle di beneficenza all fiere del paese. Pochi ricordano la tradizionale ricetta che dosava soda caustica con pece spezie e grasso di maiale e ancor più poche sono rimaste le drogherie nelle quali ti preparano la miscela già pronta e dosata in base alla quantità di grasso che si ha a disposizione.
Io ci ho provato lo scorso ferragosto, ho fatto sciogliere il grasso di maiale eliminando i ciccioli che risalivano a galla (ho tenuto solo grasso liquido), l'ho pesato e ho aggiunto acqua e soda caustica secondo le proporzioni trovate qui. Ho voluto applicare un piccolo sconto sulla soda perché il mio sapone è per uso personale e non per il bucato e ho notato che ho dovuto aggiungere molta più acqua rispetto alla loro ricetta perché non riuscivo a raggiungere la "fase di nastro" ... ma tutto sommato il risultato è piuttosto soddisfacente. Rispetto al sapone industriale il sapone fatto in casa lascia la pelle mooolto più morbida e anche utilizzato come pre-trattante sulle macchie è ottimo... che dire di più.....non vedo l'ora di sperimentare magari altre ricette (con cera d'api o magari anche con una parte di olio di oliva...).

2 commenti:

lady ha detto...

Wow Barbara!!! Ma lo usi per il bucato o proprio per lavarti? Mio marito mi uccide anche solo se ci faccio un pensierino!!!!

Barbara ha detto...

Io lo uso per entrambe le cose.
L'ultimo che ho fatto l'ho fatto con meno soda (sconto della soda) in modo che sia maggiormente delicato anche per le mie bimbe ma non mi ha mai dato problemi nemmeno quello con la ricetta originale anzi...lascia la pelle davvero morbida ed idratata (poi se lo fai in casa puoi aggiungere tutti gli oli e i grassi che più ti piacciono tipo olio di oliva o di mandorle...) e per il bucato è un grande pretrattante!!
...questi mariti...prova a farglielo provare (lo acquisti anche online tramite ebay o altro ) e vedrai come cambia idea!!
Ciao :)


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non è un prodotto editoriale ex Legge 62 del 7-3-2001.Inoltre questo blog propone contenuti a solo scopo informativo. Il gestore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata, e verranno rimossi quanto prima.Riguardo alle immagini pubblicate e tratte da internet e valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.